logo-mini

Condividilo con i tuoi amici!

2014-04-12 Aggiornamento calendario

Ciao a tutti! C’è un aggiornamento del calendario:

  • sabato 12 aprile ATTIVITA’ NORMALE DALLE 15:30 alle 18:00 (sabato prossimo)
  • sabato 19 aprile SIAMO CHIUSI (il giorno prima di pasqua)

Volevamo spendere anche due parole sull’uscita fatta lo scorso week end (san giorgio).

Siamo stati insieme e ci siamo divertiti.. Abbiamo giocato, chiacchierato e scoperto cose nuove, ma abbiamo anche festeggiato perché un altro esploratore ha finalmente fatto quel passo importante che ci contraddistingue dalle altre associazioni: ha fatto la promessa.

Il foulard (o fazzolettone) è un simbolo che viene dato quando una persona si sente pronta e chiede spontaneamente di voler mettersi alla prova e fare del proprio meglio per essere una persona migliore (a scout ma anche nella vita al di fuori degli scout). Il foulard non ci ricorda solo la nostra promessa, ma anche tutti i momenti passati insieme a ridere, sudare, riprovare e riuscire.. ci ricorda che non siamo soli e che in ogni momento ci sono centinaia di fratelli scout pronti ad aiutarti.. ci ricorda quell’attimo preciso in cui abbiamo capito che basta così poco per essere felici..

Ogni foulard è legato a dei momenti indimenticabili che saranno poi le basi per molti legami e ragionamenti.
Ogni foulard con il tempo conoscerà i momenti “wow” e i momenti invece che bisogna rimboccarsi le maniche. 
Ogni foulard è legato a delle scelte che abbiamo fatto e che faremo, ben sapendo che ogni nostra scelta sarà il nostro futuro e quel che saremo (e quel siamo).

La nostra promessa è piena di significati e ogni parola attribuisce alla formula finale un senso che la caratterizza. Una persona non scout può chiedersi perché ci divertiamo tanto, e penso che la vera risposta sta sulla prima frase della nostra promessa: 

“Prometto sul mio onore di fare del mio meglio…”

Forse questo è il momento migliore per leggere l’ultima lettera che Baden Powell ha scritto agli scout prima di morire:

Cari Scouts,

se avete visto la commedia Peter Pan vi ricorderete che il capo dei pirati ripeteva ad ogni occasione il suo ultimo discorso, per paura di non avere il tempo di farlo quando fosse giunto per lui il momento di morire davvero. Succede press’a poco lo stesso anche a me, e per quanto non sia ancora in punto di morte quel momento verrà, un giorno o l’altro; così desidero mandarvi un ultimo saluto, prima che ci separiamo per sempre.

 Ricordate che sono le ultime parole che udrete da me: meditatele.

Io ho trascorso una vita felicissima e desidero che ciascuno di voi abbia una vita altrettanto felice. Credo che il Signore ci abbia messo in questo mondo meraviglioso per essere felici e godere la vita. La felicità non dipen­de dalle ricchezze né dal successo nella carriera, né dal cedere alle nostre voglie.

Un passo verso la felicità lo farete conquistandovi salute e robustezza finché siete ragazzi, per poter essere utili e godere la vita pienamente una volta fatti uomini. Lo studio della natura vi mostrerà di quante cose belle e meravigliose Dio ha riempito il mondo per la vostra felicità. Contentatevi di quello che avete e cercate di trarne tutto il profitto che potete. Guardate al lato bello delle cose e non al lato brutto.

Ma il vero modo di essere felici è quello di procurare la felicità agli altri. Procurate di lasciare questo mondo un pò migliore di quanto non l’avete trovato e, quando suonerà la vostra ora di morire, potrete morire felici nella coscienza di non aver sprecato il vostro tempo, ma di avere « fatto del vostro meglio ». « Siate preparati » così, a vivere felici e a mo­rire felici: mantenete la vostra promessa di Esploratori, anche quando non sarete più ragazzi, e Dio vi aiuti in questo.

Il vostro amicoBaden-Powell of Gilwell

Ritornando alle cose un più materiali ricordiamo ai ragazzi di portare articolo e filmato dell’impresa per sabato e ci sarà anche del tempo per andare avanti con le specialità.

Lo staff,
Diego, Giorgia, Giulio e Amedeo


Leave a Comment